Perchè il coaching funziona

Perchè il coaching funziona

Perché il Coaching funziona e cosa farà per me di tanto speciale ?
Sicuramente, se stai leggendo, almeno una volta te lo sei chiesto, non importa quando e se poi hai sperimentato il
Coaching o ti sei fermato, se hai iniziato e poi hai mollato, ORA è importante per te come non mai, ORA puoi fare
qualcosa per te, se lo VUOI.
Ma ancor prima di chiederti se e perché il Coaching funziona, vediamo cosa è il Coaching secondo i suoi padri
fondatori e secondo la vigente Norma Tecnica?
Il Coaching è prima di tutto un METODO, che si realizza in un processo di sviluppo delle capacità, risorse e
competenze di una persona svolto insieme ad un Coach attraverso la ricerca e l’allenamento degli ambiti di
potenziale crescita della persona e la definizione di un programma per il raggiungimento di obiettivi personali.
Secondo la Norma UNI 11601:2015 “Il Coaching è un processo di partnership finalizzato al raggiungimento degli
obiettivi definiti con il Coachee (e con l’eventuale committente). L’agire professionale del Coach facilita il Coachee
nel migliorare le prestazioni professionali e personali mediante la valorizzazione e il potenziamento delle sue risorse,
capacità personali e competenze. Queste influenzano il potenziamento dei risultati e più in generale del benessere
del Coachee.”
Tutto questo però non ci semplifica la vita e soprattutto non risponde alle nostre incertezze.
Se vogliamo riassumere con parole che lo rendano un po' più chiaro, possiamo affermare che il Coaching è una
RELAZIONE che si svolge tra il Coach e il suo Cliente (IL DECISORE) che ha lo scopo di FACILITARE un processo creativo
e generativo che porti a scelte autonome e responsabili accompagnando la persona verso il proprio benessere e
verso l’autorealizzazione dei propri obiettivi personali.
Bene, ora sappiamo cosa è il Coaching. Ma a che mi serve ?
Abbiamo l’abitudine di mettere in dubbio le cose cercando fuori di noi le cause senza prendercene la responsabilità;
ti sei mai chiesto, invece, perché e quando il Coaching non funzionerebbe?
Prima di tutto, il Coaching non funziona quando non funziona una delle due parti coinvolte nella relazione, il Coach
o il decisore.
Dal lato del Coach, la prima e grande responsabilità verso un Coaching che non funziona è FARE Coaching senza le
giuste basi o senza ESSERE Coach, ovvero basandosi solo su teorie e facendone mestiere, cercano solo una attività
che ci possa far guadagnare. ESSERE COACH è qualcosa di diverso, deve far parte di noi, dobbiamo viverlo, sentirlo,
applicarlo quotidianamente su noi stessi..
Un’altra grande responsabilità del Coach è voler esercitare il proprio “potere di Coach”, ovvero cercare di influenzare
il decisore applicando un “Coaching secondo me”. Il Coach deve rinunciare sin da principio a qualunque forma di
esercizio di condizionamento e basarsi sull’ascolto dei bisogni del decisore.
Dal lato de Cliente/Decisore, Sir John Whitmore affermava “Lavoro meglio se voglio farlo io, non se devo farlo. Se
voglio farlo, è per me; se lo devo fare, è per gli altri. La nostra motivazione dipende dalle libertà della scelta”.
La responsabilità del Cliente/Decisore può quindi ricadere in un approccio al Coaching iniziato per semplice curiosità,
o con aspettative verso il Coach diverse dai presupposti del Coaching, ovvero pensando che il Coach possa darci i
giusti consigli e “ci risolva i problemi”, oppure arrivare al Coaching come “ultimo tentativo” senza aver davvero
maturato una volontà a FARE, ad AGIRE, perché il Coaching è AZIONE non è TEORIA da insegnare, è sviluppo creativo
e generativo, porta a risultati concreti, e se non lo vuoi fare, non lo farai, e dopo la scelta e la responsabilità delle
azioni e dei risultati saranno solo TUE.

Allora, prima ancora di chiederti se il Coaching funziona, rivolgiti ad un Coach quando davvero vuoi fare qualcosa per
te, e diffida dei Coach che impongono abilmente teorie di pensiero, modelli di vita propri e convinzioni personali, che
fanno da padre e vogliono educarti, che ti riempiono di buoni consigli e buone prassi, che hanno la formula della
felicità per via breve, che ti promettono risultati straordinari in 2 settimane soddisfatti o rimborsati, che sono in
possesso di verità assolute di cui conoscono le fonti solo loro e pochi loro amici “indiscutibili”, che ti coinvolgono in
spirali di pensiero distorto, che ti condizionano affinché tu possa e debba frequentare a vita i loro corsi (a
pagamento) non rendendoti mai LIBERO !
Un vero Coach difenderà la TUA LIBERTA’ a qualunque costo, anche quello di lasciarti andare e non “venderti” la sua
disponibilità, perché al vero Coach non importa il tuo denaro, interessi TU.
Ritornando al come si fa, quindi, il Coaching, fatto con un Coach che lo sia davvero, è un METODO e funziona quando
entra nella tua vita, e per questo è
1. EFFICACE
2. SCALABILE E REPLICABILE
3. TRASVERSALE E FLESSIBILE
Se vuoi davvero avvicinarti a questo metodo, fai prima questi piccoli passi con attenzione, umiltà, e mente libera:
1. Assumiti la responsabilità delle tue scelte: cosa vuoi davvero ?
2. Ascoltati, osserva, individua le tue aree di miglioramento: su cosa voglio lavorare con il Coach ?
3. Sperimenta, cadi, sbaglia, riprova, ricadi, sbaglia ancora, non importa quante volte: applica su di te tutto ciò
che impari, senza paura di sbagliare.
4. Dai un significato a quello che fai, individua i tuoi valori, le tue aree di benessere e non lasciarle mai, fai in
modo che guidano le tue scelte e la tua vita, datti fiducia.
A questo punto il tuo Coach, quello che sceglierai TU, potrà davvero aiutarti ad applicare il METODO nella tua vita.
Tutto ciò che ti serve è già entro di te, puoi solo tirarlo fuori e usarlo nel modo migliore per te.
La risposta al PERCHE’ IL COACHING FUNZIONA è già dentro di te. Funziona perché ti permetterà di cambiare in
meglio, di affrontare la tua vita con consapevolezza e responsabilità, e di regolare e ristrutturare quel dialogo interno
che adesso ti limita, rendendolo, invece, funzionale ai tuoi obiettivi, prendendoti al contempo CURA DI TE.
Esplorando e non indagando; costruendo e non ipotizzando; aprendo la nostra mente alla consapevolezza e non
imponendo schemi di pensiero; lavorando sulle tue unicità e il tuo potenziale; ma soprattutto perché sari TU IL
PROTAGONISTA.
Ecco, è tutto qui…forse pensavi fosse più complicato ? La vita è semplice, basta solo vivere. E non nasciamo con il
manuale di istruzioni…quindi tutto quello che non sai lo puoi scoprire, imparare, condividere, migliorare. E buona
parte di quello che cerchi è già in tuo possesso, devi solo tirarlo fuori, magari con il Coach giusto…chissà.
A te la scelta.
Il #Coaching è azione
Scegli il tuo #Coach
Up to Your Next Level
@U2N